Sesso anale, i segreti per raggiungere l'orgasmo

Penetrazione anale e trucchi per il massimo piacere sessuale.

Nonostante i colossi dell’intrattenimento per adulti mostrino l’anal come il non plus ultra del piacere sessuale, sono ancora tanti gli scettici che temono la stimolazione anale. Le paure dietro ad un rifiuto sono spesso razionali e condivisibili, ma non tengono conto di un dettaglio fondamentale: tutto il sesso, canonico, orale, selvaggio, casuale, manuale o gruppale che sia, se fatto bene, è estremamente piacevole. Chi si avvicina per la prima volta al piacere anale, in genere manifesta la giusta carica erotica ma scarse abilità tecniche, finendo per provocare dolore al partner e collezionare rifiuti. Il tombeur de femmes, invece, sa perfettamente come risvegliare mente e corpo, così che anche il più stretto degli orifizi possa schiudersi al suo comando, per una penetrazione anale godibile.

Solleticare la fantasia del partner prima di proporre l’anal.

Un corpo sinuoso, dei seni abbondanti ed un bel fondo schiena, da soli non possono convertire le fantasie sessuali in prestazioni appaganti. Per indurre qualcuno alla penetrazione anale bisogna prima fargliela desiderare, parlandone con leggerezza ma senza allungare le mani. L’idea deve insinuarsi nella psiche del partner così che, rimasto solo, non possa evitare di fantasticare sul piacere anale. Questa prima fase manipolatoria agisce quindi nel subliminale e necessita di tempo per l’elaborazione dell’informazione.

Stimolare l’area perianale con la lingua durante il sesso orale.

Dopo aver solleticato i bollenti spiriti del partner, bisogna edificare la sua fiducia nei confronti della stimolazione anale. La corretta esecuzione di questo passaggio assicura sempre i risultati agognati, ma bisogna aver pazienza e delicatezza. Molti sono coloro i quali, durante un momento di passione, commettono l’errore di far scorrere un dito sopra l’ano per poi tentare un energico affondo, provocando così dolore e riluttanza. Altri, invece, dotati di un certo savoir faire, massaggiano i glutei durante cunnilingus e fellatio, quindi lasciano che la lingua scivoli lungo il perineo e raggiunga la mucosa anale. Questa seconda fase manipolatoria agisce direttamente sul corpo, ma lo fa con finezza, così da cementare nel partner la smania di un contatto fisico più profondo.

Lasciar condurre i giochi al partner passivo.

Il partner ormai desideroso di una penetrazione anale, va lubrificato applicando un gel o un olio specifico. Mentre la stimolazione anale preparatoria è di competenza del soggetto attivo, la prima penetrazione è bene che venga condotta da chi è passivo. Ad introduzione avvenuta, sarà sempre quest’ultimo a gestire tutti i movimenti, così da scongiurare dolori e lacerazioni. Questo terzo espediente manipolatorio induce il compagno a concretizzare la fantasia, così che possa sperimentare un piacere anale intenso del quale non vorrà più fare a meno.

Tecnica infallibile step by step:

  • Manifestare ed instillare il desiderio.
  • Stimolare l’ano durante il sesso orale.
  • Lasciare che il partner passivo gestisca la prima penetrazione.